BONUS IRPEF (DL 66/14)

Il lavoratore domestico, come ogni altro lavoratore dipendente, ha diritto ad ottenere il bonus di 80 euro al mese, previsto dal DL 66/14, purchè il suo reddito superi gli 8.000 euro l'anno e non sia viceversa superiore ai 26.000 euro l'anno, ma non sarà riconosciuto in busta paga perché i datori di lavoro domestici non sono sostituti di imposta e non possono anticipare il credito. Pertanto i collaboratori familiari che ne hanno diritto potranno ottenerlo nel 2015 in sede di dichiarazione dei redditi (modello 730 o Unico) presso i CAF.

Notizie utili

  • DOCUMENTAZIONE PER ASSUNZIONI DI PERSONALE DOMESTICO

    IMPORTANTE: in caso di assunzione da effettuare, i documenti (in fotocopie, effettuate in modo che i dati personali siano leggibili), da presentare all'atto dell'iscrizione all'A.D.L.D. ....

    Leggi tutto

  • RICHIESTA ESTRATTO CONTO CONTRIBUTIVO I.N.P.S. COLLABORATORE DOMESTICO

    Gli associati, contattando l’ADLD, possono richiedere l’estratto conto contributivo INPS...

    Leggi tutto

  • IN CASO DI INFORTUNIO DEL COLLABORATORE DOMESTICO

    In caso di infortunio del collaboratore domestico durante lo svolgimento dell'attività lavorativa, il datore di lavoro, dopo aver adempiuto al dovere civico del primo soccorso, deve denunciare l’incidente direttamente all’Istituto Nazionale contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL), o attraverso l’associazione datoriale di riferimento...

    Leggi tutto

  • SANZIONI PREVISTE PER IL LAVORO DOMESTICO NON DENUNCIATO ALL’INPS

    Il datore di lavoro ha l’obbligo di comunicare all'INPS l’assunzione, l’eventuale variazione delle condizioni contrattuali inizialmente concordate, e la cessazione del rapporto di lavoro domestico...

    Leggi tutto

  • IMPORTO CONTRIBUTI INPS 2018

    Leggi tutto

  • MINIMI RETRIBUTIVI 2018

    Leggi tutto

A.D.L.D. è il concreto supporto per la gestione del personale domestico