NUOVA DECORRENZA LIMITE AI CONTANTI

A seguito dell'emendamento approvato in sede di conversione del decreto Milleproroghe, la decorrenza di quanto comunicato a seguire, è stata posticipata al 1° gennaio 2023.
 
 
Dal 1° gennaio 2022 pagamenti in contanti solo sotto i 1000 euro.
 
In base all’articolo 18 del decreto legge 124/2019, dall’inizio dell’anno in corso si è abbassata  la soglia dei pagamenti consentiti in contanti, di conseguenza in ambito nazionale è possibile effettuare pagamenti in contanti solo fino ad € 999,95. Anche nel caso delle retribuzioni  del personale domestico non si potranno corrispondere importi in contanti pari o superiori a 1000 euro. 
I trasferimenti in contanti, superiori al limite sopra indicato, sono vietati anche quando effettuati tramite più pagamenti, dilazionati in un delimitato periodo di tempo fissato in 7 giorni, di importo inferiore al limite previsto. Per gli importi superiori al nuovo limite è obbligatorio procedere con i pagamenti tracciabili tramite banche, Poste Italiane, moneta elettronica, ecc..
 

Notizie utili

  • DOCUMENTAZIONE PER ASSUNZIONI DI PERSONALE DOMESTICO

    IMPORTANTE: in caso di assunzione da effettuare, i documenti (in fotocopie, effettuate in modo che i dati personali siano leggibili), da presentare all'atto dell'iscrizione all'A.D.L.D. ....

    Leggi tutto

  • RICHIESTA ESTRATTO CONTO CONTRIBUTIVO I.N.P.S. COLLABORATORE DOMESTICO

    Gli associati, contattando l’ADLD, possono richiedere l’estratto conto contributivo INPS...

    Leggi tutto

  • IN CASO DI INFORTUNIO DEL COLLABORATORE DOMESTICO

    In caso di infortunio del collaboratore domestico durante lo svolgimento dell'attività lavorativa, il datore di lavoro, dopo aver adempiuto al dovere civico del primo soccorso, deve denunciare l’incidente direttamente all’Istituto Nazionale contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL), o attraverso l’associazione datoriale di riferimento...

    Leggi tutto

  • SANZIONI PREVISTE PER IL LAVORO DOMESTICO NON DENUNCIATO ALL’INPS

    Il datore di lavoro ha l’obbligo di comunicare all'INPS l’assunzione, l’eventuale variazione delle condizioni contrattuali inizialmente concordate, e la cessazione del rapporto di lavoro domestico...

    Leggi tutto

A.D.L.D. è il concreto supporto per la gestione del personale domestico